Ginocchio elettronico ” Kenevo “

Riconquista la tua fiducia!

 

Il nuovo riferimento per la sicurezza

Camminare per la prima volta con una protesi significa acquistare fiducia passo dopo passo anche quando si utilizzano ausili per la deambulazione come stampelle e anche in caso di utenti con attività ridotta. Quando aumenta la sicurezza nel sistema protesico si diventa più dinamici e indipendenti, per esempio dall’aiuto dei parenti.

La caratteristica principale del ginocchio Kenevo è la sicurezza ed è la prima soluzione protesica al mondo della più moderna tecnologia, ideata in modo specifico per le esigenze di utenti meno attivi – il Kenevo è quindi il nuovo punto di riferimento a livello globale. Grazie alle sue funzioni specifiche di base, garantisce supporto nelle situazioni tipiche della vita quotidiana. Inoltre, le modalità delle attività forniscono un’elevata personalizzazione. Il Kenevo cresce infatti in base alle vostre abilità, per esempio durante la riabilitazione, e si adatta ugualmente bene in caso di diminuzione del dinamismo.


 

Seduta facilitata

Il ginocchio Kenevo rileva automaticamente la seduta e vi supporta in quest’azione. Anche se il vostro movimento è lento non perdete il controllo, in quanto il ginocchio flette di conseguenza lentamente. Questa caratteristica rende il ginocchio Kenevo molto stabile; con le mani potete tenervi alla sedia o con una stampella, durante la seduta.

 

Alzarsi dalla sedia è più semplice

Mentre ci si alza dalla sedia, è possibile caricare il peso sul Kenevo. Anche se avete bisogno di nuovo di una pausa, non è un problema – la protesi reagisce immediatamente e consente di riposarsi con il ginocchio flesso. Questa funzione garantisce equilibrio e stabilità.

 

Maggiore sicurezza

I bordi dei tappeti, entrate o altri rischi di inciampo non sono più un ostacolo. Grazie alla funzione anti-inciampo Plus, il Kenevo riconosce se l’utente corre il rischio di cadere o arresta il movimento. Il ginocchio commuta quindi immediatamente ad una elevata resistenza in flessione.

 

Funzione carrozzina

Grazie ad una maggiore distanza da terra, il Kenevo facilita anche la seduta su una carrozzina. Con il movimento di una sola mano, è possibile bloccare il ginocchio tra una posizione leggermente flessa e quasi del tutto estesa, evitando che la protesi cada a terra.

 

Funzione statica

Indipendentemente dalla modalità di attività selezionata, il Kenevo garantisce la massima sicurezza possibile per la fase statica. Nella modalità di attività A e B, la sicurezza è garantita dalla fase statica bloccata; essa comprende i momenti quando l’utente è in piedi sulla protesi. Nell’attività più dinamica C, la statica stabile è possibile grazie alla funzione statica intuitiva anche con il ginocchio flesso.

Eccezionale avvio della fase dinamica

La fase dinamica è la parte del cammino in cui la protesi oscilla, dal distacco del tallone e dell’avampiede dall’altro arto a terra. Nelle modalità di attività B e C, la fase dinamica viene avviata in modo affidabile anche per piccoli passi e con variazioni di carico, per esempio con stampelle o bastoni. Anche durante un cammino lento, rimane una sufficiente distanza da terra, durante la fase di lancio. Queste caratteristiche garantiscono la massima sicurezza.

 


Il Kenevo ha tre modalità di attività che assicurano una straordinaria abilità di adattamento alle vostre esigenze individuali e alle abilità, da esercitare, per esempio, durante la riabilitazione. Il vostro tecnico ortopedico regola sul vostro ginocchio l’attività nel modo più indicato per voi.

Modalità A: modalità bloccata

Nella modalità A, il ginocchio Ottobock è bloccato e non avvia la fase dinamica. Infatti, il Kenevo, dotato di massima stabilità, garantisce una sicurezza ottimale e non consente movimenti inaspettati.

La modalità bloccata è quindi ideale per l’utente che ha scarso controllo sul moncone, che percorre di solito distanze brevi in ambienti domestici e sta molto seduto.

Modalità B: modalità semibloccata senza flessione in fase statica

In questa modalità B, il ginocchio è bloccato durante la completa fase statica. Si sblocca quando l’utente inizia il movimento di oscillazione per la fase dinamica, in modo indipendente dallo schema del passo e se si stanno utilizzando o meno stampelle o bastoni. Il Kenevo avvia la fase dinamica sempre al momento giusto.

Questa modalità di attività è particolarmente utile se l’utente ha un controllo medio del moncone, percorre distanze brevi e cammino a velocità ridotta.

Modalità B+: modalità semibloccata con flessione in fase statica

Questa modalità corrisponde alla modalità B, ma ha anche una flessione in fase statica al contatto del tallone a terra fino a 10°. Ciò significa che l’utente può camminare su pendenze moderate. Non appena il tallone tocca a terra, il ginocchio flette leggermente, generando un movimento che sembra più naturale.

Questa attività è indicata per utenti che hanno già acquisito sufficiente fiducia nella protesi per camminare con la flessione in fase statica.

Modalità C: modalità Yielding

E’ possibile avere un cammino più naturale con lo stesso livello elevato di sicurezza nella modalità Yielding. A confronto con le altre modalità, la fase statica nella modalità C non è bloccata, ma ha un’ elevata riduzione, favorendo il cammino con la protesi transfemorale su terreni regolari, su salite e sulle scale. E’ possibile avviare prima la fase dinamica, facilitando movimenti più dinamici.

La modalità di attività C è indicata per gli utenti che sono in grado di controllare il moncone in modo moderato, che sono in grado di affrontare varie situazioni quotidiane e percorrere distanze da brevi a lunghe in ambienti esterni.