Tutore avvolgente AVAMBRACCIO – POLSO – MANO

Indicazioni

È indicato nei casi di patologie neuromuscolari quando si vuole contrastare la flessione del polso lasciando libere le dita e può includere o escludere il pollice per favorirne l’opponibilità. È applicabile post-intervento di tenotomia o dopo trattamento con tossina botulinica.

Caratteristiche Tecniche

L’ortesi palmare a contenzione totale viene realizzata rilevando
l’impronta in gesso negativo-positivo in posizione funzionale di lieve estensione dell’articolazione del polso. L’ortesi può essere costruita con il pollice incluso. Effettuata la stilizzazione in gesso, viene applicato uno strato di plastazote per l’imbottitura che rende l’ortesi più confortevole a contatto con la cute del paziente. A questo punto si procede alla costruzione dell’ortesi termoformando sul modello positivo il materiale termoplastico ritenuto più idoneo o suggerito dallo specialista: polietilene o materiale morbido elastomerico (tipo “ercoflex”).

Il polietilene può essere dello spessore di 2 o 3 mm mentre il materiale elastomerico ha diverse densità che lo rendono più o meno morbido e quindi deformabile e può prevedere dei rinforzi nei punti più sollecitati dell’ortesi. La scelta della densità o dello spessore va fatta a seconda delle esigenze di ogni singolo paziente; materiali più rigidi o più spessi garantiscono una migliore correzione ma una minore tollerabilità. Al contrario, materiali più morbidi garantiscono maggiore tollerabilità, ma sono meno correttivi. Le allacciature più comunemente adottate sono a velcro.