Tutore Dinamico Ponseti

Indicazioni

L’ortesi è indicata per il trattamento del piede torto congenito con la metodica di Ponseti.
Il P.T.C. normalmente si presenta con una forte deviazione in equinismo del piede cui ne consegue un accorciamento del tendine d’Achille, l’avampiede risulta addotto (verso l’interno), l’asse del retropiede appare deviato verso l’interno (varo) e tutto il piede ruota internamente, in inversione, sul proprio asse longitudinale (supinato).

0001200_ponseti-afo-standard-sandals-single

Caratteristiche tecniche

Il trattamento del piede torto comincia subito dopo la nascita del neonato con una manipolazione settimanale cui segue l’applicazione di una serie di calchi in gesso che portano progressivamente il piede in correzione. Subito dopo la rimozione dell’ultimo apparecchio gessato, il piede deve essere mantenuto nella posizione di correzione al fine di evitare una recidiva della patologia.

Questo scopo può essere ottenuto con l’utilizzo di un tutore dinamico costituito da un’innovativa barra, sulla quale vengono applicate delle ortesi podaliche predisposte conformate per consentire la correzione dell’adduzione del piede.
La barra possiede uno snodo centrale che permette la regolazione del grado di abduzione degli arti inferiori, due articolazioni a cremagliera che consentono di calibrare in maniera indipendente il grado di extrarotazione dei due piedi e due snodi cilindrici che permettono al segmento podalico di muoversi attorno ad un asse perpendicolare alla direzione maggiore della barra, consentendo così al bambino di gattonare.

Grazie al movimento offerto dal dispositivo, la tollerabilità dello stesso risulta maggiore a vantaggio del rispetto rigoroso dei tempi di applicazione quotidiana fissati dal Metodo Ponseti.